Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie
anche di terze parti.


Modifica l'impostazione dei cookie

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 24 agosto 2017
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
FAMIGLIA e SUCCESSIONI

successioni | 09 Gennaio 2017

Azione di riduzione e simulazione: prescrizione, limiti probatori e condizioni dell’azione

di Davide Achille - Avvocato, Dottore di ricerca e Professore a contratto nell’Università di Siena

Qualora l’erede agisca come legittimario a tutela della quota di riserva, proponendo domanda di riduzione di atti di trasferimento a titolo oneroso, previo accertamento della simulazione degli stessi in quanto dissimulanti donazione, il termine decennale di prescrizione dell’azione di simulazione decorre dal momento dell’apertura della successione, poiché soltanto in tale momento si concretizza l’ipotizzata lesione della quota di riserva del legittimario.

(Corte di Cassazione, sez. II Civile, sentenza n. 138/17; depositata il 5 gennaio)

Così si è espressa la Corte di Cassazione con la sentenza n. 138/17 depositata il 5 gennaio. Tutela della quota di riserva e tutela dei legittimari. La pronuncia in commento ribadisce interessanti principi con riguardo alla tutela...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.