POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
domenica 09 agosto 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
<p>
	CIVILE e PROCESSO</p>

immigrazione  | 02 Luglio 2020

Diritto al “buono spesa” anche senza permesso di soggiorno se si dimostra il domicilio abituale

di Eleonora Mattioli

La finalità del “buono spesa” è quella di far fronte ad una situazione di grave indigenza nella quale si trovano i soggetti più vulnerabili a causa dell’emergenza sanitaria COVID-19. Non possono essere poste, dunque, condizioni quali la residenza anagrafica, che limitino di fatto la platea degli aventi diritto; nel caso si renda necessario individuare un legame con il territorio del Comune di erogazione, esso può e deve essere limitato all’abituale dimora dell’eventuale beneficiario.  

(Tribunale di Roma, decreto depositato il 22 aprile 2020)

Il fatto. E’ quanto affermato dal Tribunale di Roma con Decreto n. 18956/2020 depositato il 22 aprile, accogliendo il ricorso ex art. 700 c.p.c. di un cittadino straniero, volto ad ottenere l’ammissione propria e del nucleo familiare al...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.