POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 02 aprile 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
<p>
	CIVILE e PROCESSO</p>

impugnazioni | 09 Gennaio 2020

Se prima della decisione la parte non deposita il fascicolo il giudice decide allo stato degli atti

di Rosa Villani - Avvocato

Il giudice, nel caso in cui l’appellante che ha ritirato il fascicolo di parte in sede di precisazione delle conclusioni abbia omesso di depositarlo nuovamente prima della decisione, unitamente alla comparsa conclusionale, non è tenuto, in difetto di annotazioni della cancelleria e di ulteriori allegazioni indiziarie attinenti a fatti che impongano un accertamento presso quest’ultima, a rimettere la causa sul ruolo per consentire alla medesima parte di ovviare alla carenza riscontrata, ma ha il dovere di decidere la controversia allo stato degli atti.  

(Corte di Cassazione, sez. III Civile, ordinanza n. 127/20; depositata l’8 gennaio)

E’ quanto affermato dalla Corte di Cassazione nell’ordinanza n. 127 depositata l’8 gennaio 2020.   Il fatto. Il ricorrente chiedeva la cassazione della sentenza emessa dal Tribunale territorialmente competente in sede...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.