Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie
anche di terze parti.


Modifica l'impostazione dei cookie

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
mercoledì 17 gennaio 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
CIVILE e PROCESSO

giurisdizione  | 02 Gennaio 2018

Litispendenza internazionale: il provvedimento di sospensione disposto dal giudice italiano successivamente adito è impugnabile con regolamento necessario di competenza

di Andrea Paganini - Avvocato

In caso di litispendenza internazionale, il provvedimento di sospensione del giudizio disposto dal giudice italiano successivamente adito stante la contemporanea pendenza della stessa causa tra le stesse parti dinanzi ad altro giudice straniero previamente adito, è impugnabile con regolamento necessario di competenza ex art. 42 c.p.c. e non con regolamento preventivo di giurisdizione ex art. 41 c.p.c. trattandosi di questione che non riguarda il problema della giurisdizione dell'autorità italiana.

(Corte di Cassazione, sez. Unite Civili, sentenza n. 30877/17; depositata il 22 dicembre)

Lo ha affermato la Corte di legittimità con la sentenza n. 30877/17 depositata il 22 dicembre. Il caso. Un marito agiva in giudizio per richiedere la separazione dalla moglie. La resistente si costituiva ed eccepiva preliminarmente il difetto...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.