POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - DOTT. A. GIUFFRÈ EDITORE S.p.A.

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 25 giugno 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
CIVILE e PROCESSO

assemblea condominiale | 10 Novembre 2017

Una sentenza fa stato per le parti solo se presenta le medesime parti, petitum e causa petendi

di Enrico Morello - Avvocato

Un condomino agiva in giudizio al fine di domandare l’annullamento di una delibera condominiale con la quale lo stabile aveva approvato, con la sola maggioranza, l’esecuzione di alcuni lavori edili.

(Corte di Cassazione, sez. II Civile, sentenza n. 26557/17; depositata il 9 novembre)

Tali lavori consistevano nell’esecuzione di opere ex art. 2 Legge n. 13/1989 ossia per l’eliminazione di barriere architettoniche e comportavano l’eliminazione di un’aiola proprio per creare un accesso più ampio alla...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.