POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 18 settembre 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
CIVILE e PROCESSO

PCT – prassi | 12 Ottobre 2017

Distretto di Venezia, previsto il blocco di tutti programmi informatici civili e penali

Con un comunicato, l’Ordine degli Avvocati di Treviso informa del blocco di tutti i programmi informatici civili e penali del Distretto di Venezia tra venerdì 13 e lunedì 16 ottobre, secondo diverse ripartizioni orarie per i vari sistemi coinvolti. Si ricorda inoltre che, sempre venerdì 13 ottobre dalle 19.00 alle 24.00, è prevista l’interruzione del SIGA.

In dettaglio. Durante il prossimo fine settimana, il Distretto di Venezia sarà interessato dal blocco di tutti i programmi informatici civili e penali.
Gli uffici del sistema GLPEC/SICI (PCT) e del sistema SIGO (giudice di pace) saranno interrotti dalle ore 17.30 di venerdì 13 ottobre alle 17.00 di sabato 14 ottobre.
Invece i sistemi SICP/SIRIS, SIES, SNT/pDoc e TIAP, sempre in riferimento a tutti gli uffici del Distretto di Venezia, subiranno l’interruzione dalle ore 19.00 di venerdì 13 ottobre, con riavvio graduale delle componenti hardware a partire dalle ore 7.30 di lunedì 16 ottobre.

PAT. Si ricorda inoltre l’interruzione del SIGA dalle ore 19.00 alle ore 24.00 di venerdì 13 ottobre, a causa di interventi sulle strutture informatiche della Giustizia Amministrativa. Il sito istituzionale ha avvisato gli utenti circa possibili ritardi nell’invio della cd. terza PEC. Non sarà, inoltre, possibile nelle ore di fermo, effettuare i depositi tramite upload.