POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - DOTT. A. GIUFFRÈ EDITORE S.p.A.

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 21 giugno 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
CIVILE e PROCESSO

PCT – prassi | 12 Settembre 2017

Corte d’Appello di Campobasso: protocollo ad hoc per i depositi telematici

La Corte d’Appello di Campobasso e gli Ordini degli Avvocati del Distretto hanno sottoscritto, lo scorso aprile 2017, il protocollo per i depositi telematici relativi al contenzioso civile. Il documento contiene i requisiti di cui deve disporre la busta telematica per l’iscrizione a ruolo.

Il protocollo per i depositi telematici del contezioso civile sottoscritto tra la Corte d’Appello di Campobasso e gli Ordini degli Avvocati del Distretto sancisce tutti requisiti di cui deve disporre la busta telematica per l’iscrizione a ruolo.

Busta telematica. In particolare, il protocollo offre una chiara distinzione della modalità in cui deve essere presentato l’atto introduttivo qualora si tratti di nativo p.d.f. oppure di documento analogico (cartaceo), occupandosi poi della comparsa di costituzione e risposta ed, infine, dei depositi telematici in corso di causa.