POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
venerdì 18 settembre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
<p>
	CIVILE e PROCESSO</p>

mediazione | 03 Marzo 2017

Il ricorso alla mediazione è in leggero calo

Sul sito del Ministero della Giustizia sono stati pubblicati i dati aggiornati al 31 dicembre 2016 sulla mediazione. In particolare, è riportato l’andamento delle iscrizioni annuali di mediazioni civili e commerciali dell’anno 2016, il cui numero ammonta a 183.977.

L’aggiornamento dell’andamento delle iscrizioni annuali di mediazione al 2016. Sono stati pubblicati sul sito del Ministero della Giustizia i dati aggiornati al 31 dicembre 2016 relativi all’andamento delle iscrizioni annuali di mediazioni civili e commerciali.
Come si sa, la mediazione è una delle procedure di ADR in cui il Governo investe molto per ridurre il carico di lavoro giudiziario e, l’aggiornamento dei dati relativi all’anno appena trascorso, denota un risultato sicuramento soddisfacente.
Il numero delle iscrizioni annuali di mediazione aggiornato al 2016 ammonta a 183.977, in leggero calo rispetto al 2015, ma sicuramente positivo per il raggiungimento dell’obbiettivo posto dal Governo.
Tra le materie più gettonate vi è, al primo posto, quella dei contratti bancari con 37.749 iscrizioni, a seguire vi sono i diritti reali e il condominio con, rispettivamente, 26.456 e 22.446 iscrizioni. Meno iscrizioni, invece, presentano le materie relative all’affitto di azienda, al risarcimento danni da diffamazione a mezzo stampa e, infine, ai patti di famiglia.