POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
sabato 07 dicembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
<p>
	CIVILE e PROCESSO</p>

processo civile telematico | 13 Febbraio 2015

Pubblicazione delle regole tecniche, quali gli effetti sul PCT e sull’attività digitale dell’avvocato?

di Fabio Salomone - Avvocato

Il processo civile telematico, la PEC e l’obbligo del deposito telematico degli atti endoprocessuali ha destabilizzato l’avvocatura, o parte di essa. Un altro problema si pone con l’emanazione delle regole tecniche: quali effetti sul processo civile telematico ed in generale sull’attività digitale dell’avvocato?

Una domanda a cui non è semplice risponde ma, con lo Speciale a firma dell’avv. Fabio Salomone, Diritto e Giustizia prova a far luce sui punti ancora in ombra del processo civile telematico. L’approfondimento a firma di Fabio Salomone, leggibile integralmente nella sezione “Speciali” di Diritto e Giustizia, si affianca ai diversi approfondimenti di Nicola Gargano e Alberto Mazza, e si concentra sulla teoria dell’impronta, le diverse soluzioni tecniche e su diversi articoli dottrinali.