POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 17 ottobre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
CIVILE e PROCESSO

appalto | 07 Novembre 2013

Anche l’acquirente può esercitare l’azione di responsabilità per rovina e difetti di cose immobili

di Marianna Vazzana - Avvocato

L’azione di responsabilità per rovina e difetti di cose immobili, prevista dall’art. 1669 c.c., può essere esercitata non solo dal committente contro l’appaltatore, ma anche dall’acquirente contro il venditore che abbia costruito l’immobile sotto la propria responsabilità, anche se lo stesso venditore abbia assunto nei confronti dei terzi e degli acquirenti, una posizione di diretta responsabilità nella costruzione dell’opera e sempre che si tratti di gravi difetti, i quali al di fuori dell’ipotesi di rovina o di evidente pericolo di rovina, pur senza influire sulla stabilità dell’edificio, pregiudichino o menomino in modo rilevante il normale godimento, la funzionalità, l’abitabilità del medesimo.  

(Corte di Cassazione, sez. II Civile, sentenza n. 25015/13; depositata il 6 novembre)

Ad affermarlo è la Corte di Cassazione, nella sentenza n. 25015 del 6 novembre 2013. Il caso. Un privato citava in giudizio una società edile dalla quale aveva acquistato una abitazione unifamiliare denunciando di non aver potuto usufruire...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.