Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie
anche di terze parti.


Modifica l'impostazione dei cookie

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
domenica 21 dicembre 2014
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
CIVILE e PROCESSO

Provvedimenti del giudice | 24 Aprile 2012

Compensa le spese del giudizio per “giuste ragioni”: la motivazione è insufficiente

Il codice di rito prevede che, affinché il giudice possa disporre in tal senso, occorrono la previa individuazione e l’esplicita e puntuale descrizione in motivazione di gravi ed eccezionali ragioni diverse dalla soccombenza reciproca.

(Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza n. 6279/12; depositata il 20 aprile)

  Il caso. Il procedente e l’interventore in una espropriazione presso terzi vedono riconosciute le proprie ragioni. La loro opposizione agli atti esecutivi avverso una precedente ordinanza viene accolta e viene fissato il termine per...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.