Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie
anche di terze parti.


Modifica l'impostazione dei cookie

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
domenica 21 dicembre 2014
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
CIVILE e PROCESSO

ricorsi | 20 Aprile 2012

L’appello è inammissibile se non vengono specificati gli errori di fatto e di diritto attribuiti al giudice di primo grado

di Renato Savoia - Avvocato

  L'appellante non può esaurire la sua ragione di doglianza nella reiterazione delle sue richieste e nell'affermazione che esse devono essere accolte in quanto meritevoli di accoglimento, ma ha l'onere di indicare specificamente gli errori di fatto e di diritto attribuiti alla sentenza.

(Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza n. 6069/12; depositata il 18 aprile)

    Nel corso del tempo non v'è dubbio che il giudizio di appello, a seguito dell'interpretazione datane dalla Corte di Cassazione, è diventato una strada sempre più insidiosa e stretta. Infatti, da...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.