Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
venerdì 25 luglio 2014
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
CIVILE e PROCESSO

costituzione in giudizio | 13 Marzo 2012

La mancata espressa indicazione del termine a comparire legittima la remissione - in termini - del convenuto

di Giulia Milizia

Il generico rinvio all’art. 166 c.p.c., senza l’espressa indicazione dei 20 giorni (o minor termine previsto per legge o dal giudice) per la costituzione in giudizio, comporta un vizio dell’atto, che legittima la remissione in termini del convenuto che l’ha eccepito a tutela dei suoi diritti di difesa ed al contraddittorio.

(Tribunale di Pavia, sez. II, ordinanza n. 2187/12; depositata il 18 febbraio)

  L’ordinanza del Tribunale di Pavia sez. II civ. dello scorso 18 febbraio analizza un peculiare ‘vizio della citazione’: la mancata espressa indicazione dei termini a comparire comporta un vizio della vocatio in ius, non...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.