POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
mercoledì 25 novembre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
<p>
	CIVILE e PROCESSO</p>

impugnazioni | 16 Febbraio 2012

La sentenza notificata è priva di qualche pagina: il termine breve per impugnare non scatta, ma ci vuole la querela di falso

di Stefano Calvetti - Avvocato

  L’attestazione dell’avvenuta consegna di “copia” dell’atto, risultante dalla relazione di notificazione redatta dall’ufficiale giudiziario in calce all’originale dell’atto notificato, estende i suoi effetti alla conformità della copia consegnata all’originale completo. Di conseguenza, ogni contestazione al riguardo richiede la proposizione di una apposita querela di falso, senza la quale è preclusa al Giudice ogni indagine circa la rilevanza della mancanza sul piano del diritto di difesa.

(Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza n. 1771/12; depositata l’8 febbraio)

  Due le questioni principali affrontate dalla sentenza n. 1771 della terza sezione civile della Cassazione, depositata l’8 febbraio In primo luogo, la sussistenza del litisconsorzio processuale quando le cause sono in rapporto di dipendenza,...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.