POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
domenica 11 aprile 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
<p>
	CIVILE e PROCESSO</p>

crediti | 20 Dicembre 2011

Il decreto ingiuntivo opposto non vale come titolo esecutivo europeo

di Gianluca Tarantino - Avvocato e dottore di ricerca in diritto dell'economia

Chi contesta l’esistenza del fatto costitutivo posto a fondamento della domanda di pagamento fatta valere in sede monitoria assume una condotta processuale inidonea ad integrare i requisiti necessari al rilascio del titolo esecutivo europeo.

(Tribunale di Prato, ordinanza del 30 novembre 2011)

Ai sensi dell’art. 6 del Reg. CE n. 804/2005, una decisione giudiziaria per essere certificata come titolo esecutivo europeo deve avere ad oggetto un credito non contestato ed essere esecutiva nello stato di origine. In particolare, secondo il...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.