Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie
anche di terze parti.


Modifica l'impostazione dei cookie

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
venerdì 19 dicembre 2014
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
CIVILE e PROCESSO

CASSAZIONE  | 17 Ottobre 2007

La surroga non è in contrasto con la cristallizzazione dei crediti che segue l'apertura del fallimento

L'azione comporta solo un mutamento nella persona del creditore ma non incide su qualità e quantità del credito: via libera all'insinuazione al passivo del fideiussore. Tutte le differenze con il regresso

(Sezione prima, sentenza n. 21430/07; depositata il 12 ottobre)

Quando il fideiussore ha pagato il creditore dopo il fallimento del debitore principale può esercitare soltanto l'azione surrogatoria e non anche quella di regresso: quest'ultima, infatti, è incompatibile con la procedura concorsuale mentre la prima comporta...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.