POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
sabato 16 gennaio 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

previdenza forense | 12 Gennaio 2021

Dall’Agenzia delle Entrate le causali per il versamento dei contributi a Cassa Forense

di La Redazione

Con la risoluzione n. 1/E, l’Agenzia delle Entrate ha istituito le causali in vista del versamento mediante modello F24 dei contributi dovuti dagli iscritti alla Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza Forense, le quali saranno operative a partire dal 25 gennaio.  

A seguito della convenzione stipulata il 26 novembre 2020 tra l’Agenzia delle Entrate e Cassa Forense, in relazione alla regolamentazione del servizio di riscossione mediante modello F24 dei contributi previdenziali e assistenziali dovuti dagli iscritti alla Cassa, con risoluzione n. 1/2021 l’Agenzia delle Entrate ha istituito le seguenti causali:

- “E100” – “CASSA FORENSE – contributo soggettivo minimo”;

- “E101” – “CASSA FORENSE – contributo di maternità”;

- “E102” – “CASSA FORENSE – contributo soggettivo autoliquidazione (Mod. 5)”;

- “E103” – “CASSA FORENSE – contributo integrativo autoliquidazione (Mod. 5)”.

 

Tali causali si trovano nella sezione “Altri enti previdenziali e assicurativi” e andranno indicate nel campo “causale contributo”, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”, riportando i seguenti parametri:

“codice ente”: 0013;

- “codice sede”: nessun valore;

- “codice posizione”: nessun valore;

- “periodo di riferimento: da mm/aaaa a mm/aaaa”: mese e anno di competenza del contributo.

 

Infine, l’Agenzia delle Entrate precisa che le suddette causali saranno pienamente efficaci a partire dal 25 gennaio 2021.

 



Qui la risoluzione dell’Agenzia delle Entrate dell’11 gennaio 2021, n. 1/E