POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 26 novembre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

previdenza forense | 26 Ottobre 2020

Cassa Forense introduce nuove policy per la sicurezza informatica del codice pin

di La Redazione

In conformità al Regolamento UE 2016/679 e al fine di favorire sempre di più il miglioramento delle misure di sicurezza per prevenire l’accesso non consentito ai dati dei propri iscritti, Cassa Forense ha adottato nuove policy di sicurezza informatica riguardanti il codice pin.

Cassa Forense, in conformità al Regolamento UE 2016/679, ha introdotto nuove policy di sicurezza informatica riguardanti il codice pin che gli iscritti devono utilizzare. In particolare, tali policy prevedono che il codice pin sia cifrato e firmato con chiave privata della Cassa e che debba rispettare, tra le regole di composizione, una lunghezza minima e l’uso caratteri alfanumerici obbligatori.

 

Ne consegue, che dal 2 novembre 2020, gli iscritti, per accedere alla propria area di “Accesso Riservato”, saranno tenuti a modificare il proprio codice pin seguendo le semplici regole mostrate a video e la sua definizione sarà guidata da un sistema automatico di controllo della sicurezza della password scelta.