POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 04 agosto 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

amministrazione della giustizia | 09 Luglio 2020

In Gazzetta il decreto che modifica il regolamento interno del CSM

di La Redazione

Con decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale dell’8 luglio 2020 n. 170, il Presidente del CSM ha modificato il regolamento interno del Consiglio Superiore della Magistratura, intervenendo sulla disciplina delle elezioni dei componenti della sezione disciplinare.

Pubblicato in G.U. dell’8 luglio 2020, n. 170, il decreto 8 luglio 2020 del Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura interviene sull’art. 4 del regolamento interno rubricato «Elezione dei componenti della Sezione Disciplinare. Presidenza della Sezione» nei seguenti termini: «1. Subito dopo l'elezione del Vicepresidente, il Consiglio procede all'elezione di sei componenti effettivi e di quattordici componenti supplenti della Sezione Disciplinare, ai sensi dell'art. 4, comma 4, della legge 24 marzo 1958, n. 195 e successive modificazioni. I componenti supplenti sono: un magistrato di Corte di Cassazione, con esercizio effettivo delle funzioni di legittimità; tre magistrati che esercitano le funzioni di cui all'art. 23, comma 2, lettera b) della legge 24 marzo 1958, n. 195, come modificato con l'art. 5 della legge 28 marzo 2002, n. 44, e sei magistrati che esercitano le funzioni di cui all'art. 23, comma 2, lettera c) della legge 24 marzo 1958, n. 195, come modificato con l'art. 5 della legge 28 marzo 2002, n. 44; quattro componenti eletti dal Parlamento.».



Qui il decreto del Presidente del CSM dell’8 luglio 2020; in G.U. dell’8 luglio 2020, n. 170