POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 24 novembre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

professione forense | 08 Maggio 2020

Fissare la prima udienza in un futuro remoto? Guai in vista

di Gianluca Denora

I tempi processuali vengono definiti “colà dove si puote ciò che si vuole”, oppure nello studio del difensore, che ha il potere di scandire alcuni passaggi e il dovere di farlo in modo leale, pena la condanna per lite temeraria (e non solo).

Il buon uso del processo si misura anche sulla durata; per questo lo Stato viene chiamato a risarcire i ritardi che gli possono essere imputati. Altre volte, le scadenze sono nella disponibilità delle parti, che vanno dissuase da comportamenti...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.