POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 17 febbraio 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

question time | 13 Febbraio 2020

Magistrati onorari, processo penale ed edilizia giudiziaria per il question time di Bonafede

di La Redazione

Durante il question time svoltosi ieri alla Camera, il Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede ha risposto a tre interrogazioni parlamentari in tema di magistratura onoraria, riforma del procedimento penale ed edilizia giudiziaria con specifico riferimento alla situazione del Tribunale di Roma.

Magistratura onoraria. Rispondendo all’interrogazione in tema magistratura onoraria, il Ministro ha affermato che «la magistratura onoraria rappresenta un vero e proprio pilastro del sistema giustizia. Il testo di riforma in discussione in Commissione Giustizia prevede, allo stato, un regime di doppio binario con possibilità per i magistrati onorari già in servizio al momento dell’entrata in vigore della legge Orlando di scegliere tra lo status attuale, con previsione di pagamento cd “a cottimo”, oppure di optare per il pagamento di una indennità fissa che è stata innalzata rispetto alla legge Orlando».

 

Processo penale. Il Guardasigilli ha poi annunciato l’imminente approdo della riforma del processo penale in Consiglio dei Ministri sottolineando come «la riforma del processo penale non comporterà alcun sacrificio quanto ai diritti e alle garanzie delle parti».

 

Edilizia giudiziaria. Infine, in tema di edilizia giudiziaria, il Ministro ha affrontato la specifica situazione del Tribunale di Roma chiarendo come «il Ministero è al lavoro già da tempo per mettere in campo le misure necessarie a far fronte alle criticità che affliggono l’Ufficio Giudiziario della Capitale e ha aggiunto che, in virtù di una rinnovata politica di investimenti sulle risorse, in netta controtendenza rispetto al passato, nel 2019 è stato posto in essere uno sforzo senza precedenti in termini assunzionali sul duplice versante del personale amministrativo e di magistratura».