POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
domenica 11 aprile 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

professione forense | 23 Settembre 2019

ISA: il CNF chiede il rinvio per l’anno di imposta 2018

di La Redazione

Con la delibera approvata dal plenum del Consiglio Nazionale Forense il 20 settembre, gli avvocati hanno fatto sentire la loro voce sul tema dell’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale chiedendo un rinvio per l’anno di imposta 2018.

La richiesta di rinvio. Gli indici sintetici di affidabilità fiscale, strumento «concepito “per favorire la collaborazione tra contribuenti e fisco”» sono oggetto della delibera del plenum del CNF di venerdì scorso. Come si legge nel comunicato diffuso dal Consiglio «per consentire al contribuente di conoscere preventivamente il proprio grado di affidabilità o di anomalia e potere valutare di adattare i redditi dichiarati alle risultanze degli Isa (indici sintetici di affidabilità), risulta indispensabile intensificare il coinvolgimento delle singole categorie professionali nella determinazione delle soglie e dei parametri di riferimento e rinviare l’applicazione degli Isa per l’anno di imposta 2018, in attesa di una correzione che, coinvolgendo le categorie professionali a partire dalla avvocatura, possa perseguire quella leale collaborazione posta a base dello Statuto del contribuente». Viene inoltre specificato che «vi sono state recenti modifiche agli Isa con il decreto ministeriale del 17 agosto a cui si aggiunge il ritardo con cui sono stati predisposti i software da parte delle aziende che forniscono i gestionali e che, oltre alle criticità già emerse e quelle già segnalate da diversi operatori del settore, si aggiungono gli errori evidenziati nei moduli precompilati».
Il CNF pone dunque «la propria professionalità a disposizione dell’amministrazione finanziaria per un leale e corretto rapporto con il fisco anche attraverso la condivisione di modelli adeguati alla realtà economica della professione forense».
Si sottolinea infine che l’Assemblea dell’Organismo Congressuale Forense ha deliberato l’astensione dalle udienze e da ogni attività giudiziaria nel settore tributario, dinnanzi a tutte le Commissioni Tributarie Provinciali e Regionali, per i giorni 1, 2, 3, 4, 5, 6 e 7 ottobre 2019.