POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 04 agosto 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

compenso avvocati | 24 Luglio 2019

Insediato il nucleo centrale di monitoraggio per l’equo compenso

di La Redazione

Il Ministero della Giustizia e il Consiglio Nazionale Forense hanno reso noto che ieri, 23 luglio 2019, alla presenza del Ministro Bonafede e del Presidente del CNF Mascherin, si è insediato il nucleo centrale di monitoraggio della disciplina dell’equo compenso per gli avvocati.  

Nucleo centrale di monitoraggio. Con la finalità di raccogliere segnalazioni e osservazioni dal territorio, il nucleo centrale di monitoraggio rappresenta in modo concreto l’impegno assunto dal Ministero della Giustizia e dal Consiglio Nazionale Forense per far sì che la disciplina dell’equo compenso venga rispettata, quale «questione di dignità e di rispetto della professione». Sono queste le parole di Bonafede, alle quali hanno fatto seguito quelle del Presidente Andrea Mascherin, il quale ha espresso gratitudine al Ministro per l’apertura al dialogo e per la rapidità con cui lo stesso nucleo si è reso operativo.
Tra i componenti del nucleo centrale di monitoraggio vi è il Consigliere del CNF Antonio Baffa, il quale ha reso noto che, in tempi molto brevi, verranno costituiti 20 nuclei territoriali presso i Consigli dell’ordine degli avvocati e che sono già pervenute le prime segnalazioni dal territorio.