POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
domenica 18 agosto 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

previdenza forense | 05 Luglio 2019

Cassa Forense agli iscritti per i pagamenti in autoliquidazione

di La Redazione

Il consiglio di amministrazione di Cassa Forense ha deciso di non applicare sanzioni e interessi per il pagamento, da parte degli iscritti, dei contributi in autoliquidazione relativi alla prima rata del Modello 5/2019, se effettuati entro il 30 settembre 2019.

Il comunicato del consiglio di amministrazione della Cassa si rivolge a tutti gli iscritti e si riferisce alla eccezionale situazione creatasi per l’entrata in vigore degli indici di affidabilità fiscale, cui è seguita la proroga dei termini per i versamenti delle imposte dirette.
A tal proposito la Cassa ha deciso di non applicare a tali soggetti sanzioni e interessi per i pagamenti dei contributi in autoliquidazione collegati alla prima rata del Modello 5/2019, in scadenza il 31 luglio p.v., se effettuati entro il prossimo 30 settembre.
Resta però invariato l’obbligo del versamento della seconda rata, a saldo, entro il termine ordinario del 31 dicembre 2019.