POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
domenica 15 dicembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

incompatibilità del giudice | 01 Aprile 2019

La Consulta nega l’incompatibilità per il GUP che persuada il PM della necessità di contestare un fatto diverso

di Donato La Muscatella - Avvocato

Sollecitare la contestazione di un fatto diverso significa pronunciarsi, pur indirettamente, sulla responsabilità dell’imputato? Dove si colloca il confine tra legittimo controllo dell’operato dell’inquirente ed inaccettabile sostituzione del ruolo?  

(Corte Costituzionale, sentenza n. 66/19; depositata il 29 marzo)

Da questi interrogativi parte la riflessione del GUP del Tribunale di Napoli che, temendo che l’attuale assetto normativo non assicuri adeguata protezione del principio di imparzialità, richiede al Giudice delle Leggi un (nuovo) intervento...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.