POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
venerdì 14 dicembre 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

formazione avvocati | 06 Dicembre 2018

Accesso alla professione di avvocato: in Gazzetta le modifiche al decreto sui corsi di formazione

di La Redazione

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 5 dicembre 2018 n. 283, il decreto del Ministero della Giustizia del 5 novembre 2018, n. 133, ovverosia il regolamento che apporta modifiche al decreto ministeriale del 9 febbraio 2018, n. 17, contenente la disciplina dei corsi di formazione per l’accesso alla professione forense.  

Il decreto del Ministero della Giustizia 9 febbraio 2018, n. 17 e le modifiche. Il Ministero della Giustizia con il decreto n. 17/2018 regola la disciplina sulle modalità di istituzione e di frequenza dei corsi di formazione ex art. 43 d.l. n. 247/2012.
In particolare il decreto prevede che l’organizzazione dei corsi possa essere affidata ai Consigli dell’Ordine, alle associazioni forensi idonee e ad altri soggetti previsti dalla legge (come le scuole di specializzazione per le professioni legali). Tali corsi hanno l’obiettivo di sostenere ed integrare la preparazione del tirocinante per lo svolgimento dell’attività professionale e, per garantire omogeneità di preparazione e di giudizio su tutto il territorio nazionale, dovranno essere strutturati sulla base delle «linee guida» fornite dal Consiglio Nazionale Forense.
Per quanto riguarda l’applicabilità e la decorrenza degli effetti del summenzionato decreto, il Ministero della Giustizia con il successivo regolamento, ossia con il decreto del 5 novembre 2018, n. 133, pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale, ha modificato l’art. 10, comma 1, d.m. 17/2018, sostituendolo come segue: «Il presente regolamento si applica ai tirocinanti iscritti nel registro dei praticanti con decorrenza dal giorno successivo alla scadenza del primo biennio dalla sua entrata in vigore».

 



Qui il decreto del 5 novembre 2018, n. 133; in G.U. del 5 dicembre 2018, n. 283