POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 19 luglio 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
PROFESSIONE

professione forense | 11 Luglio 2018

Registrazione di atti giudiziari con modello F24

L’Agenzia delle Entrate ha esteso l’utilizzo del modello di versamento F24 per l’assolvimento di imposte e relativi interessi richiesti dall’Agenzia delle Entrate in relazione alla registrazione degli atti dell’autorità giudiziaria. La nuova modalità di versamento troverà applicazione con riferimento agli atti giudiziari emessi a partire dal 23 luglio 2018.

Per tutti gli atti emessi fino al 22 luglio si continuerà invece ad utilizzare il modello F23. Fino al 31 dicembre saranno comunque considerati validi i versamenti effettuati sia con il modello F23 che con il modello F24.

Il provvedimento dell’Agenzia. La novità è stata introdotta dal provvedimento delle’Agenzia delle Entrate n. 143035/2018 del 9 luglio, dove si legge che «in un’ottica di razionalizzazione delle modalità di pagamento, il modello F24 garantisce una maggiore efficienza nella gestione del sistema e rappresenta un ulteriore progresso verso la semplificazione degli adempimenti fiscali dei contribuenti che già utilizzano il modello F24 per il pagamento di numerosi tributi».

 



Qui il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 9 luglio 2018, n. 143035