POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
mercoledì 12 dicembre 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

previdenza forense | 16 Aprile 2018

Da Cassa Forense il via al cumulo previdenziale per gli avvocati

Cassa Forense rende noto che il Consiglio di Amministrazione ha deliberato a favore della sottoscrizione dello schema di convenzione sulle pensioni in cumulo, così come approvato dall’AdEPP in accordo con l’INPS. Il Presidente Nunzio Luciano si esprime sul cumulo gratuito definendolo uno strumento utile e a sostegno degli avvocati.

Sul sito di Cassa Forense è riportato che il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di sottoscrivere lo schema di convenzione sul cumulo previdenziale per gli avvocati. Lo schema, già approvato all’unanimità dall’AdEPP (Associazione degli enti previdenziali privati) in accordo con l’INPS, passerà ora al vaglio dell’ente pubblico per una integrazione all’allegato tecnico 2 del testo.

Il cumulo contributivo. Cassa Forense precisa che il provvedimento, oggetto delle convenzione, consente l’attuazione delle novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2017, la quale ha esteso l’ambito di applicazione del cumulo contributivo alle forme pensionistiche obbligatore dei lavoratori autonomi. In particolare è stata introdotta la possibilità di cumulare i periodi assicurativi accreditati presso gestioni differenti per il riconoscimento di un'unica pensione, senza oneri a carico e secondo le regole previste da ciascun ente.
Sul sito di Cassa Forense si legge che, grazie al provvedimento, «a breve, presumibilmente entro il prossimo mese di maggio, verranno esaminate e, in caso di esito positivo dell’istruttoria, liquidate le domande presentate dagli avvocati».
«Siamo certi che tale iniziativa, già annunciata da tempo, sia di effettivo sostegno agli avvocati che grazie all’istituto del cumulo gratuito disporranno di uno strumento utile alla definizione di un percorso previdenziale che, in alcuni casi, tarderebbe a completarsi», questo il commento del Presidente Nunzio Luciano in chiusura della seduta.