POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 24 settembre 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
PROFESSIONE

professione forense | 13 Aprile 2018

Deliberata dall’Unione delle Camere Penali l’astensione dalle udienze per il 2 e 3 maggio

L’Unione delle Camere Penali Italiane, con la delibera del 12 aprile 2018, preso atto del mancato inserimento, nei lavori delle Commissioni speciali parlamentari, dei decreti attuativi della riforma penitenziaria, ha annunciato l’astensione dalle udienze e da ogni altra attività penale per i giorni 2 e 3 maggio 2018, riservandosi di comunicare le ragioni della protesta all’interno della conferenza stampa indetta il 16 aprile.

L’astensione dalle udienze. Con la delibera del 12 aprile 2018, l’Unione delle Camere Penali Italiane ha annunciato per i giorni 2 e 3 maggio «l’astensione dalle udienze e da ogni altra attività penale» ed ha indetto una conferenza stampa per il giorno 16 aprile «al fine di spiegare le ragioni della protesta e della iniziativa dei penalisti italiani».
L’Unione delle Camere Penali ha altresì deliberato l’organizzazione di una manifestazione nazionale, prevista il 3 maggio, volta a «sensibilizzare l’opinione pubblica», richiedendo, inoltre, al Parlamento, ai Presidenti di Camera e Senato, ai Presidenti delle Commissioni speciali e ai Gruppi parlamentari l’inserimento, nei lavori delle Commissioni speciali parlamentari, dei decreti attuativi della riforma penitenziaria.



Qui la delibera dell’Unione delle Camere Penali Italiane del 12 aprile 2018