POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 25 settembre 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
PROFESSIONE

professione forense | 08 Marzo 2018

Cambiare si può: indette le elezioni per il rinnovo del Comitato dei Delegati di Cassa Forense

di Paolo Rosa - Avvocato

Il Presidente di Cassa Forense ha indetto le elezioni per il rinnovo del Comitato dei Delegati di Cassa Forense da valere per il quadriennio 2019/2022.  

Il periodo di votazione, articolato in 5 giorni consecutivi tra lunedì e venerdì, è fissato dal 24 settembre al 28 settembre 2018.
Questa la composizione dei Collegi elettorali:

Da Roma in giù i delegati sono 43 che corrisponde alla maggioranza assoluta.
Ricordo che il nord, pur avendo la maggior capacità reddituale e quindi contributiva, non ha la golden share e quindi è in minoranza.
L’elezione avviene per liste concorrenti.
Le liste dei candidati sono depositate, a pena d’irricevibilità, presso la Commissione Elettorale dell’Ordine della sede del distretto di competenza entro le ore 12.00 del 15 maggio 2018.

Ho predisposto una bozza di lista.
PRESENTATORE DELLA LISTA …………………
INDIRIZZO DI POSTA CERTIFICATA …………………
MOTTO DELLA LISTA “Per una previdenza inclusiva e flessibile”
DISTRETTO DI CORTE DI APPELLO DI …………………
NUMERO DELEGATI ……………………
(la rappresentanza di genere nelle liste superiori a 2 candidati deve essere rispettata in misura non inferiore a un quinto a pena d’inammissibilità).

Fin qui gli iscritti si sono lamentati; ora è tempo di passare dalle lamentele ai fatti per cambiare il management del Comitato dei Delegati di Cassa Forense dimostratosi poco lungimirante, salvo qualche rara eccezione.
Bisogna:
1. studiare attentamente il regolamento elettorale per non commettere errori;
2. individuare i candidati per competenza e professionalità sul versante previdenziale e finanziario, unendo le forze perché la frammentazione non giova alla causa!
3. predisporre le liste alternative a quelle che preparerà la cd. “élite”;
4. sostenerle massicciamente nel voto.

Il treno è pronto per la partenza: tutti in carrozza!