Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie
anche di terze parti.


Modifica l'impostazione dei cookie

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
venerdì 24 novembre 2017
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
PROFESSIONE

disciplinare avvocati | 31 Ottobre 2017

In dubio pro reo: la presunzione di innocenza vale anche per l’avvocato sottoposto a procedimento disciplinare

di Fabio Valerini - Assegnista di ricerca in diritto processuale civile

Secondo il CNF «il principio di non colpevolezza si applica anche in sede disciplinare e … pertanto la responsabilità dell’incolpato deve essere raggiunta oltre ogni ragionevole dubbio».

(Consiglio Nazionale Forense, sentenza n. 118/17; depositata il 9 settembre)

(Consiglio Nazionale Forense, sentenza n. 119/17; depositata il 9 settembre)

Con due pronunce del 9 settembre 2017, numero 118 e 119, il Consiglio Nazionale Forense ha ribadito  le condizioni in presenza delle quali può dirsi raggiunta la prova della responsabilità disciplinare dell’avvocato. Secondo...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.