POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
domenica 22 luglio 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
PROFESSIONE

previdenza forense | 30 Ottobre 2017

Cumulo gratuito delle pensioni anche per gli avvocati: le istruzioni di Cassa Forense

Facendo seguito alla circolare dell’INPS n. 140 del 12 ottobre scorso, con la quale sono stati forniti chiarimenti in tema di cumulo dei periodi assicurativi non coincidenti da parte di iscritti a due o più forme di assicurazione obbligatoria, il Consiglio di Amministrazione di Cassa Forense ha approvato precise indicazioni operative per gli uffici dell’Ente e per tutti gli scritti.

Nella seduta dello scorso 26 ottobre, il Consiglio di Amministrazione di Cassa Forense ha approvato una circolare in tema di cumulo gratuito dei periodi assicurativi di cui alla legge n. 228/2012, come modificata dall’art. 1, comma 195, l. n. 232/2016. La delibera segue alla pubblicazione della circolare INPS n. 140 del 12 ottobre che ha fornito un approfondimento del tema.
Chiarisce Cassa Forense che «la materiale erogazione delle pensioni in cumulo potrà avvenire una volta stipulata apposita convenzione con il predetto istituto, che conserva la funzione di Ente liquidatore. Alla luce delle disposizioni impartite, tutte le domande di pensione mediante cumulo già pervenute saranno istruite dagli uffici dell’Ente e trasmesse all’INPS per il seguito di competenza, salvo rinuncia dell’interessato».



Qui la circolare di Cassa Forense n. 2 del 26 ottobre 2017