POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 12 novembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

avvocati | 15 Giugno 2017

Modalità di invio modello 5/2017: Cassa Forense spiega come fare

Cassa Forense si avvale della collaborazione del Consigli dell’Ordine per informare gli iscritti sulle modalità di invio della comunicazione obbligatoria relativa all’anno 2016, modello 5/2017.

Cassa Forense ha inviato una lettera ai Presidenti dei Consigli dell’Ordine degli Avvocati contenente l’invito a collaborare al fine di divulgare tra gli iscritti le modalità di invio della comunicazione obbligatoria relativa all’anno 2016, modello 5/2017.

Proroga del termine. Il reddito netto professionale e il volume d’affari relativi all’anno 2016 da rendere alla Cassa devono essere trasmesse entro il 30 settembre 2017, termine prorogato all’8 ottobre 2017, mediante l’apposita procedura, disponibile sul sito internet della Cassa, a partire dal 20 giugno 2017. Per la trasmissione in via telematica occorrono i codici personali e, una volta inserito il reddito netto professionale e il volume d’affari dichiarato ai fini dell’IVA, il sistema effettua automaticamente il calcolo della contribuzione dovuta con riferimento allo status professionale dell’iscritto.

Autoliquidazione. Qualora dovessero risultare dovuti dei versamenti contributivi da eseguire in autoliquidazione, i termini da rispettare per il versamento sono: il 31 luglio per la prima rata e il 31 dicembre 2017 per la seconda.
Infine, Cassa Forense conclude ricordando che, «in caso di adesione all’opzione per la contribuzione modulare volontaria, il termine ultimo per effettuare il relativo versamento, (esclusivamente tramite MAV) è il 2 gennaio 2018 per cadere il 31 dicembre 2017 nella giornata di domenica (rata unica)».



Qui la lettera inviata da Cassa Forense