Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie
anche di terze parti.


Modifica l'impostazione dei cookie

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
venerdì 15 dicembre 2017
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
PROFESSIONE

disciplinare avvocati | 20 Marzo 2017

La Cassazione può sospendere l’esecutorietà delle decisioni del CNF

di Francesca Valerio - Magistrato ordinario in tirocinio

E’ ammissibile la richiesta di sospensione della esecutorietà delle decisioni adottate dal Consiglio Nazionale Forense contenuta nel ricorso per cassazione, sempre che la detta istanza abbia una sua autonoma motivazione e sia riconoscibile quale istanza cautelare.

(Corte di Cassazione, sez. Unite Civili, ordinanza n. 6967/17; depositata il 17 marzo)

E’ quanto stabilito dalle Sezioni Unite della Corte di Cassazione nella pronuncia n. 6967 del 17 marzo 2017. Il caso. Un avvocato veniva sanzionato dal Consiglio dell’Ordine con la sospensione dall’esercizio della professione...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.