POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
sabato 08 agosto 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

compenso avvocati | 19 Luglio 2016

Gratuito patrocinio: la Cassa Forense soddisfatta del decreto

Il presidente di Cassa Forense Nunzio Luciano si è espresso positivamente sul nuovo decreto del 15 luglio sulla compensazione dei crediti vantati nei confronti dello Stato da parte degli avvocati, cui è data la possibilità di detrarli dalle tasse o da contributi INPS da pagare per i loro dipendenti.

Le opinioni sul decreto. Dopo il decreto firmato dal Ministro Orlando venerdì 15 luglio 2016 sulla compensazione dei crediti vantati dagli avvocati per l’attività svolta a seguito di ammissione al patrocinio a spese dello Stato, si è espressa positivamente la Cassa Forense.
Il presidente Nunzio Luciano, infatti, si è mostrato soddisfatto, sottolineando come tale provvedimento consenta agli avvocati di risolvere l’annoso problema del ritardo dello Stato nel pagamento dei debiti.
Ricordiamo che con il decreto viene data la possibilità agli avvocati che vantino crediti per spese, diritti e onorari, che siano maturati, non ancora saldati e per i quali non sia stata proposta opposizione, di utilizzare il credito in compensazione con quanto da essi dovuto per ogni imposta o tassa, o contributo previdenziale per i loro dipendenti.