POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - DOTT. A. GIUFFRÈ EDITORE S.p.A.

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 21 maggio 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
PROFESSIONE

patrocinio a spese dello stato | 29 Gennaio 2016

OUA: urgente tutelare gli avvocati che difendono i meno abbienti

  Con un comunicato stampa diffuso nel tardo pomeriggio di venerdì 29 gennaio, l’OUA ritiene importante, alla luce delle recenti novità legislative introdotte con la legge di stabilità in materia di patrocinio a spese dello Stato, valorizzare anche la previsione che il giudice accolga direttamente l’istanza in merito alla liquidazione delle parcelle contestuale al deposito del provvedimento decisorio della fase processuale.

 

Compensi avvocati. Da oggi, ricorda l’OUA, «si può superare il ritardo cronico della liquidazione dei compensi degli avvocati che assistono i più deboli e consentire la messa a regime anche del nuovo sistema di fatturazione elettronico».
Queste le ragioni per cui l’Organismo Unitario dell’Avvocatura, con un comunicato stampa diramato nel pomeriggio del 29 gennaio, ha richiamato gli uffici giudiziari competenti a dare subito piena attuazione a tale «essenziale innovazione consentendo all’avvocatura e ai cittadini di fruire dei benefici della riforma».