POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 26 ottobre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

Nuovo codice deontologico forense | 31 Dicembre 2014

CNF, una strada a doppio senso di marcia: sul nuovo portale si potrà attingere e condividere materiale

Con la circolare n. 21 del 2014, il Consiglio Nazionale Forense, a nome del proprio presidente, l’Avv. Guido Alpa, ha ricordato che, come previsto dalla legge n. 247/2012, da oggi, 15 dicembre 2014, è in vigore il nuovo Codice Deontologico Forense. Diverse le novità e gli obiettivi: realizzare un ampio progetto didattico, attraverso l’utilizzo di nuove modalità per l’insegnamento della deontologia forense. 

Pronti, partenza, via. Entra in vigore oggi, 15 dicembre 2014, il nuovo Codice Deontologico Forense. Ed ha preso parola il Presidente del CNF, Guido Alpa, attraverso la circolare n. 21-C-2014, cercando di fornire le chiavi di lettura del nuovo Codice.
Le “moderne” novità. «Fra le tante iniziative che accompagnano l’entrata in vigore del nuovo Codice» - ha detto il vertice CNF - «voglio segnalare l’apertura di un sito internet che (…) abbiamo voluto battezzare www.videontologia.it». Tale nuovo strumento di lavoro è stato pensato, principalmente, per i giovani praticanti delle Scuole forensi e per i loro formatori. Infatti, questa nuova piattaforma consentirà di poter accedere a video e documenti di approfondimento di questioni deontologiche.
La nuova modalità. Il progetto didattico alla base del nuovo Codice è molto ampio e prevede nuove modalità di formazione. Infatti, sul sito internet predetto verranno pubblicati video e documentazione riguardanti condotte deontologiche problematiche, e l’intero materiale sarà messo a disposizione dei referenti della Scuole forensi per gli incontri di formazione che vorranno organizzare.
Primi esperimenti. Il Presidente Alpa ha aggiunto che «sono già in corso presso Consigli territoriali alcune prime sperimentazioni in tal senso, come primi momenti di “ritorno” rispetto a quanto è stato inizialmente progettato in sede di CNF». Questi esperimenti servono per raffinare questa nuova modalità formativa, per implementare progressivamente il percorso didattico, attraverso gruppi di lavoro e di commento, questionari di valutazione e analisi dei loro esiti.
L’augurio del CNF: verso la condivisione. «Ci auguriamo che il progetto viDeontologia possa divenire presto una realtà della formazione professionale dei nostri Ordini con la consultazione dell’area riservata – il cui accesso sarà possibile previo accreditamento – in cui potranno essere condivisi programmi, schemi didattici formativi, buone prassi realizzate ovvero le iniziative che avranno raccolto il maggior gradimento dei frequentatori». In sostanza, il CNF auspica la riuscita del progetto sulla base anche degli stimoli dei diversi Ordini. Il progetto potrà, difatti, considerarsi realizzato, non solo attraverso la diffusione del materiale che verrà pubblicato sul sito ufficiale, ma anche dalla condivisione delle esperienze formative meglio riuscite nei singoli Ordini, di modo che possano usufruirne tutti i professionisti.