POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 21 settembre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

disciplinare avvocati | 14 Novembre 2012

Più che un invito, un «avvertimento»: con la pubblicità meglio andarci cauti

di Stefano Calvetti - Avvocato

  Costituisce un illecito disciplinare il messaggio pubblicitario svolto con grafica tale da porre enfasi sul dato economico della prestazione, nonché contenente dati equivoci, suggestivi ed eccedenti il carattere informativo. Una tale forma di pubblicità va quindi considerata lesiva della dignità e del decoro professionale, in ragione della sua natura spiccatamente commerciale, anche in ragione della enfatizzazione dei costi molto bassi applicati (nel caso di specie è stata infine applicata la sanzione disciplinare dell’avvertimento).

(Corte di Cassazione, sez. Unite Civili, sentenza n. 19705/12; depositata il 13 novembre)

  La sentenza n. 19705, delle Sezioni Unite della Cassazione, depositata il 13 novembre 2012, si è occupata di un caso disciplinare con riferimento ad alcuni avvocati che si erano fatti prendere la mano quanto alla pubblicità. La...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.