POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 24 settembre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

disciplinare avvocati | 03 Agosto 2012

Notifica del precetto come un fulmine a ciel sereno: scatta la sanzione disciplinare

di Stefano Calvetti - Avvocato

  Viola l’art. 22 del Codice Deontologico Forense l’avvocato che sulla base di sentenza favorevole al proprio cliente, nonostante la modestia della controversia e pur in assenza di un rifiuto esplicito della controparte alla spontanea esecuzione alla sentenza, notifichi al debitore atto di precetto, così aggravando la posizione debitoria di questo, senza previamente informare l’avvocato avversario della propria intenzione di dare impulso alla procedura esecutiva.

(Corte di Cassazione, sez. Unite Civili, sentenza n. 13797/12; depositata il 1° agosto)

  Le Sezioni Unite della Cassazione, con la sentenza n. 13797 del 1° agosto 2012, si sono occupate di un controversia di carattere deontologico, che ha visti contrapposti, da un lato, un avvocato di Verona, dall’altro, l’Ordine...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.