POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 02 aprile 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
FINANZA e TRIBUTI

accertamento fiscale | 28 Gennaio 2020

Registrazione atti privati, si passa dall'F23 all'F24

di La Redazione

La novità opera a partire dagli atti presentati per la registrazione dal 2 marzo 2020. Fino al 31 agosto 2020 sono comunque considerati validi i versamenti effettuati con modello F23 (provv. AE 27 gennaio 2020 n. 18379).  

Le Entrate hanno esteso al versamento di tributi, interessi, sanzioni e accessori dovuti in relazione alla registrazione degli atti privati (d.P.R. n. 131/86), l'utilizzo del modello di versamento “F24” in luogo del modello F23 attualmente in uso.

 

Perimetro degli atti interessati. La novità si applica a tutti gli atti privati soggetti a registrazione (in termine fisso, in caso d’uso o presentati volontariamente per la registrazione) sulla base di quanto previsto dal Testo Unico dell’imposta di registro (DPR 131/86). Restano ferme le modalità di versamento, tramite modello F24, già previste per le somme dovute in relazione alla registrazione di:
- contratti di locazione e affitto di beni immobili (provv. AE 3 gennaio 2014 n. 554);
- atti costitutivi delle Start Up innovative, nonché gli appositi codici tributo da utilizzare (provv. AE 19 luglio 2016 n. 115137).

 

Decorrenza e periodo transitorio. La decorrenza dell’adozione del modello F24 è stabilita per gli atti presentati per la registrazione dal 2 marzo 2020. Fino al 31 agosto 2020, sono comunque considerati validi i versamenti effettuati sia con modello F23, sia con modello F24. A partire dal 1° settembre 2020 i suddetti versamenti sono effettuati esclusivamente con il modello F24. Per le somme dovute a seguito di atti emessi dagli uffici dell’Agenzia delle entrate, i versamenti sono effettuati utilizzando esclusivamente il tipo di modello di pagamento allegato o indicato negli atti stessi.

(Fonte: mementopiu.it)



Qui il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 27 gennaio 2020, n. 18379