POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
venerdì 22 novembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
FINANZA e TRIBUTI

tasse e tributi | 20 Agosto 2019

ISA, approvate le modifiche

di La Redazione

È approdato in G.U. il decreto recante modifiche agli Indici Sintetici di Affidabilità fiscale applicabili al periodo d'imposta 2018.    

Il Ministero dell'Economia ha sostituito la nota tecnica e metodologica contente le variabili precalcolate ai fini degli Indici Sintetici di Affidabilità per il periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2018 (d.m. 9 agosto 2019). Rispetto alla versione precedente, la nuova Nota contiene:
- formula del calcolo del reddito ai fini ISA per le imprese del comparto delle costruzioni (AG40U, AG69U, AK23U) che hanno applicato gli studi di settore, con le indicazioni, per le imprese che hanno applicato i parametri, per il raccordo tra le voci contabili del modello parametri con le voci contabili del modello studi di settore;
- formula del calcolo del reddito ai fini ISA per i professionisti che hanno applicato gli studi di settore con le indicazioni di raccordo per i professionisti che hanno applicato i parametri;
- interventi per le imprese con determinazione del reddito per cassa e trattamento dei passaggi competenza-cassa per il periodo d’imposta 2017 ai fini del calcolo delle variabili precalcolate; in particolare, ai fini del corretto calcolo del reddito di riferimento è stata individuata una metodologia che consente di trattare, con riferimento ai soggetti in contabilità semplificata (art. 66 TUIR), il passaggio dal sistema contabile improntato al criterio di competenza a quello di cassa;
- formula del calcolo dei “canoni da locazione desumibili dal modello registro locazioni immobili” corrispondenti all’importo in euro dei canoni di locazione di cui il contribuente è dante causa con riferimento all’anno 2018 e calcolati sulla base dell’importo annuale dei canoni di locazione dichiarati nel modello RLI, normalizzati con il numero di giorni di locazione nell’anno 2018.

 

(Fonte: fiscopiu.it)

 

 



Qui il testo del d.m. del 9 agosto 2019; in G.U. del 17 agosto 2019, n. 192