Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie
anche di terze parti.


Modifica l'impostazione dei cookie

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
sabato 19 agosto 2017
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
FINANZA e TRIBUTI

ambiente | 04 Agosto 2017

In G.U. il decreto per l’adeguamento tecnologico del parco veicolare

Il 1° agosto è stato pubblicato in G.U. n. 178 il decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti relativo alle modalità di erogazione delle risorse finanziarie relative all'anno 2017 per le società di trasporto per conto terzi.

Il 1° agosto è stato pubblicato in G.U. n. 178 il decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti relativo alle modalità di erogazione delle risorse finanziarie relative all'anno 2017, destinate ad incentivi a beneficio delle imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi attive sul territorio italiano da utilizzare per il rinnovo e l'adeguamento tecnologico del parco veicolare, per l'acquisizione di beni strumentali per il trasporto intermodale, nonché per favorire iniziative di collaborazione e di aggregazione fra le imprese del settore.

Possono proporre domanda: le imprese di autotrasporto di cose per conto di terzi, le strutture societarie, risultanti dall'aggregazione di dette imprese.
Gli investimenti che si stanno per descrivere sono finanziabili esclusivamente se avviati dal 4 agosto 2017 ed ultimati entro il 15 aprile 2018.
L’art. 1 del d.m. in parola, premettendo il rispetto della normativa Europea in materia di aiuti di stato, descrive come le risorse saranno ripartite:
- 10,5 milioni di euro per acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di autoveicoli, nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 tonnellate a trazione alternativa a metano CNG, gas naturale liquefatto LNG e elettrica;
- 10 milioni di euro per radiazione per rottamazione di veicoli pesanti di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 tonnellate, con contestuale acquisizione di veicoli nuovi di fabbrica conformi alla normativa euro VI;
- 14,4 milioni di euro per acquisizione anche mediante locazione finanziaria, di rimorchi e semirimorchi, nuovi di fabbrica, per il trasporto combinato ferroviario;
1.050.177 euro per l'acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di casse mobili e rimorchi o semirimorchi porta casse così da facilitare l'utilizzazione di differenti modalità di trasporto in combinazione fra loro senza alcuna rottura di carico.
In ogni caso, la singola azienda potrà beneficiare di soli 700.000 euro, nel caso in cui, invece, l'importo superi tale limite verrà ridotto fino al raggiungimento della soglia ammessa, dato che, il limite quantitativo non è derogabile anche in caso di accertata disponibilità delle risorse finanziarie rispetto alle richieste pervenute e dichiarate ammissibili.

(Fonte: www.fiscopiu.it)