POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
domenica 18 aprile 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
COMUNITARIO e INTERNAZIONALE

intercettazioni | 03 Marzo 2021

Chi può autorizzare ed in che termini l’accesso ai dati di traffico e di ubicazione per fini penali?

di Giulia Milizia

Il combinato disposto dell’art. 15 §.1 Direttiva 2002/58/CE(direttiva sulla vita privata e le comunicazioni elettroniche) e degli artt. 7,8, 11 e 52§.1 Carta di Nizza legittima l’accesso, per fini penali, ad un insieme di dati di comunicazioni elettroniche relativi al traffico o all’ubicazione, che permettano di trarre precise conclusioni sulla vita privata dell’interessato, solo e soltanto se è autorizzato allo scopo di lottare contro gravi forme di criminalità o di prevenire gravi minacce alla sicurezza pubblica. Osta, però, ad una normativa nazionale che attribuisca la competenza al PM, la cui missione è quella di dirigere il procedimento di indagine penale e di esercitare, se necessario, l'azione pubblica nei procedimenti successivi, per autorizzare l'accesso di un'autorità pubblica al traffico dati e dati sulla posizione ai fini di un'indagine penale.

(Corte di Giustizia, Grande Sezione, sentenza 2 marzo 2021, causa C-746/18)

È quanto stabilito dalla EU:C:2021:152, C-746/18, emessa dalla CGUE il 2 marzo relativa alla liceità della condanna di un cittadino estone per furto, utilizzazione della carta bancaria di un terzo e violenza nei confronti di un partecipante...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.