POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 29 ottobre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
COMUNITARIO e INTERNAZIONALE

immigrazione | 19 Aprile 2017

La Legge Minniti sull’immigrazione è in Gazzetta Ufficiale

Le disposizioni per l’accelerazione dei procedimenti in materia di protezione internazionale e per il contrasto dell’immigrazione illegale sono finalmente legge. Dopo il via libera giunto la scorsa settimana della Camera dei deputati, il d.l. n. 13/2017 è stato convertito in legge 13 aprile 2017, n. 46.

La l. n. 46/2017 o Legge Minniti è in G.U. del 18 aprile 2017, n. 90.

Protezione internazionale e contrasto all’immigrazione illegale. Il d.l. n. 13/2017 recante disposizioni per l’accelerazione dei procedimenti in materia di protezione internazionale, nonché per il contrasto dell’immigrazione illegale, è stato convertito in legge con le modificazioni apportate in sede di conversione.
La Legge Minniti istituisce, anzitutto, le sezioni specializzate in materia di immigrazione, protezione internazionale e libera circolazione dei cittadini dell’Unione Europea presso i tribunali ordinari del luogo nel quale hanno sede le Corti d’appello. I giudici che comporranno tali sezioni saranno scelti tra i magistrati dotati di specifiche competenze e, in virtù di questo, la Scuola superiore della magistratura provvederà ad organizzare corsi di formazione per chi intende acquisire una particolare specializzazione in materia. In tal senso, occorrerà la conoscenza delle lingue inglese e francese.
È prevista, inoltre, una disciplina ad hoc per il giudizio di impugnazione dei provvedimenti delle commissioni territoriali in tema di protezione internazionale e una semplificazione delle regole relative al sistema di notificazione degli atti ai richiedenti asilo. Quest’ultimi, fra l’altro, potranno opporsi alla videosorveglianza del colloquio personale.
Infine, per l’accertamento dello stato di cittadinanza è previsto un rito sommario di cognizione e la predisposizione di potenziamenti della rete diplomatica e consolare nel continente africano.



Qui il testo coordinato del decreto legge 17 febbraio 2017, n. 13; in G.U. del 18 aprile 2017, n. 90

Qui la legge 13 aprile 2017, n. 46; in G.U. del 18 aprile 2017, n. 90