POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
mercoledì 21 aprile 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
AMMINISTRATIVO

Diritto allo studio | 03 Marzo 2021

Palazzo Spada sospende l’utilizzo della mascherina a scuola per le difficoltà respiratorie dell’alunna

di La Redazione

Deve essere sospeso, in via monocratica, l’obbligo di indossare il DPI per l’intera durata della giornata scolastica da parte di un minore che ha dimostrato difficoltà respiratorie connesse all’uso della mascherina.  

(Consiglio di stato, sez. III, decreto n. 1006/21; depositato il 1° marzo)

Sul tema, il Consiglio di Stato con il decreto n. 1006/21, depositato il 1° marzo.

 

Una mamma ricorre presso il Consiglio di Stato avverso l’ordinanza cautelare del TAR Lazio concernente l’obbligo di indossare la mascherina a scuola per i minori di 12 anni. La ricorrente lamenta le difficoltà respiratorie della figlia durante la giornata scolastica proprio a causa dell’utilizzo della mascherina chirurgica.

 

La Terza sezione del Consiglio di Stato ha sottolineato come l’obbligo della mascherina per i minori sia conforme alle prescrizioni O.M.S. finalizzate alla tutela dei più giovani, ed in particolare alla salute e alla capacità di pieno apprendimento oltreché di sviluppo psicosociale.

 

Il decreto in questione ha inoltre aggiunto che per tutti gli studenti minori di 12 anni la sospensione ergaomnes dell’obbligo è rimessa correttamente alle competenti autorità emananti. Tornando al caso di specie, dove sono state dimostrate le difficoltà respiratorie per la minore, il Consiglio di Stato sottolinea che: «l’imposizione non giustificata di un dispositivo come il DPI su scolari giovanissimi presuppone l’onere per l’autorità emanante di provare scientificamente che l’utilizzo non abbia impatto nocivo sulla salute psico-fisica dei destinatari, salvo il prodursi della responsabilità per il ritardo, l’omissione o comunque le conseguenze dannose prodottesi nell’eventualità, che si scongiura fortemente, di una persistente carenza di istruttoria scientifica, cui peraltro il Giudice non può sostituirsi in nessun caso».
Per questi motivi, sospende l’esecutorietà degli atti impugnati e l’obbligo per la minore di indossare la mascherina per l’intera giornata scolastica.