POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
mercoledì 14 aprile 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
AMMINISTRATIVO

Ultime dal cdm | 15 Febbraio 2021

Insediato il nuovo Governo. Marta Cartabia è il nuovo Ministro della Giustizia

di La Redazione

Sabato 13 febbraio 2021, alle ore 13.40, si è svolta la prima riunione del Consiglio dei Ministri presieduto da Mario Draghi. Dopo un sentito ringraziamento al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il Presidente ha rivolto gli auguri di buon lavoro alla squadra dei nuovi ministri ed ha proposto la nomina a Sottosegretario alla presidenza Roberto Garofoli, con funzioni di Segretario del Consiglio.

Sabato 13 febbraio 2021, il neo Presidente del Consiglio Mario Draghi dopo aver prestato giuramento dinanzi al Presidente Mattarella, così come gli altri componenti del nuovo Governo, ha presieduto la prima seduta del Consiglio dei Ministri.

 

Nella squadra dei Ministri di Draghi, figura anche Marta Cartabia quale Ministro della Giustizia. L’ex Presidente della Corte Costituzionale (v. la news Marta Cartabia: la prima donna eletta Presidente della Corte Costituzionale) è il 42esimo ministro della Giustizia nella storia della Repubblica. Ha guidato il palazzo della Consulta dal dicembre 2019 al settembre 2020, data della scadenza del suo mandato da giudice costituzionale.

 

Il mondo della giustizia ha accolto con soddisfazione l’insediamento del nuovo Guardasigilli.

In una nota firmata dal Presidente facente funzioni del CNF, Maria Masi, si legge: «Il Consiglio nazionale forense rivolge alla ministra della Giustizia, professoressa Marta Cartabia, gli auguri più cordiali di buon lavoro. Con la certezza che saprà dare, con autorevolezza e competenza, un contributo essenziale per l’affermazione dei principi enunciati dalla nostra Carta costituzionale. Il suo costante richiamo ai valori fondanti dello Stato di diritto, alla leale collaborazione tra istituzioni quale proiezione della solidarietà tra i cittadini, la sua attenzione ai diritti dei più deboli in particolare, rappresentano la migliore premessa per il gravoso compito a cui è chiamata e rassicurano sulla futura, leale e costante interlocuzione con l’avvocatura».

 

Giovanni Malinconico, coordinatore dell’OCF, ha dichiarato che «Apprezziamo il coraggio di Marta Cartabia, persona di alta competenza sotto il profilo scientifico e culturale per avere accettato un incarico così difficile. Abbiamo inviato le nostre congratulazioni alla Ministra evidenziando le priorità che ci attendono e confermando la disponibilità dell’Organismo congressuale forense a collaborare».

 

Luigi Pansini, segretario generale dell’ANF, ha augurato buon lavoro al Ministro affermando che «siamo certi che la sua eccelsa preparazione giuridica ed esperienza la guideranno al meglio nel difficile compito che l’attende».

 

Secondo David Ermini, vicepresidente del CSM, Cartabia «è una figura autorevole, di cui ben conosciamo competenze e profondo senso delle Istituzioni. Alla professoressa Cartabia vanno le mie congratulazioni e i più sinceri auguri di buon lavoro».