POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 08 marzo 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
AMMINISTRATIVO

normativa covid | 18 Gennaio 2021

In Gazzetta Ufficiale le nuove restrizioni per fronteggiare l’emergenza epidemiologica

di La Redazione

Oramai è inevitabile: la vita di ciascuno di noi sarà condizionata dall’andamento dell’emergenza epidemiologica connessa al diffondersi del COVID-19 anche per i prossimi mesi. Per questo, il Governo ha adottato le misure che ci accompagneranno a partire dal 16 gennaio e fino al 5 marzo 2021, pubblicate in G.U. n. 11 del 15 gennaio 2021.  

In G.U. del 15 gennaio 2021, n. 11, è stato pubblicato il d.P.C.M. del 14 gennaio 2021, recante “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35, recante «Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19», del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, recante «Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19», e del decreto-legge 14 gennaio 2021 n. 2, recante «Ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e prevenzione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 e di svolgimento delle elezioni per l'anno 2021»”.

 

Dispositivi di protezione delle vie respiratorie, distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, divieto di spostamenti dalle ore 22 alle ore 5 del giorno successivo (salvo comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità ovvero motivi di salute) sono obblighi che permangono e corredano anche questo nuovo decreto.

 

Inoltre, a partire dal 16 gennaio e fino al 15 febbraio 2021 è vietato ogni spostamento in entrata e in uscita tra regioni o provincie autonome differenti, salvo non vi siano comprovate ragioni di necessità e consentendo in ogni caso il rientro presso la propria residenza, domicilio o abitazione.

 

Il nuovo d.P.C.M. detta quelle che saranno le misure da osservare a livello nazionale fino al 5 marzo 2021, ma ulteriori misure di contenimento saranno dettate dal Ministro della Salute di volta in volta, d’intesa con il Presidente della regione interessata, a seconda dell'andamento del rischio epidemiologico certificato dalla Cabina di regia (di cui al decreto del Ministro della salute 30 aprile 2020) per quel determinato territorio, classificando la regione nello scenario di rischio corrispondente.

 



Qui la G.U. del 15 gennaio 2021, n. 11 – Suppl. ord. n. 2