POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
venerdì 25 settembre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
AMMINISTRATIVO

tasse e tributi | 10 Febbraio 2020

Bitcoin e criptovaluta vanno indicati nel Modello Unico

di Marilisa Bombi

Bitcoin e criptovalute in genere sono da considerare quali redditi finanziari prodotti all’estero. Le due associazioni, Assob.It e Associazione Blockchainedu legate al mondo della Blockchain che avevano impugnato davanti al TAR Lazio la decisione dell’Agenzia delle Entrate di includere le monete elettroniche nell’ambito dei redditi finanziari esteri da dichiararsi nel quadro RW del Modello Unico Persone Fisiche 2019, sono inoltre state condannate al pagamento delle spese di lite pari ad euro 14.000 per lo sforzo difensivo richiesto all’Avvocatura dello Stato.  

(TAR Lazio, sez. II - 3, sentenza n. 1077/20; depositata il 27 gennaio)

Sul tema il TAR Lazio con la sentenza n. 1077/20, depositata il 27 gennaio.   Contesto normativo. A norma dell’art. 4 d.l. n. 167/1990, conv. in l. n. 227/1990, le persone fisiche, gli enti non commerciali e le società semplici...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.