POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
venerdì 25 settembre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
AMMINISTRATIVO

compensi professionali | 10 Dicembre 2019

Nullo il bando se il compenso previsto è inferiore ai minimi tariffari

di La Redazione

Il principio dell’equo compenso trova applicazione anche nell’affidamento di servizi da parte delle pubbliche amministrazioni. Al fine di stabilire l’equità del compenso, occorre far riferimento ai parametri stabiliti dai singoli decreti ministeriali per ciascuna categoria di professionisti, i quali non possono essere considerati minimi tariffari inderogabili ma costituiscono un criterio orientativo per la determinazione del compenso.

(TAR Marche, sez. I, sentenza n. 761/19; depositata il 9 dicembre)

Sul tema il TAR Marche con la sentenza n. 761/19, depositata il 9 dicembre.   Il ricorso. Una società in house providing a controllo pubblico pubblicava un avviso di selezione dell’Organo di Controllo. L’avviso prevedeva,...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.