POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
domenica 11 aprile 2021
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
AMMINISTRATIVO

privacy | 24 Settembre 2019

Diritto all’oblio anche per chi si riabilita

di Deborah Bianchi - Avvocato

Nel caso della vicenda giudiziaria del passato per la quale l’interessato ha ottenuto la riabilitazione, il diritto all’oblio prevale sull’interesse pubblico alla memoria storica quando il trattamento dei dati online determini un impatto privacy negativo sproporzionato. La sproporzione è evidente quando non esiste un attuale interesse del pubblico alla notizia, quest’ultima non è stata aggiornata e l’ulteriore disponibilità in rete della stessa risulta addirittura controproducente rispetto alla finalità di reinserimento sociale propria della riabilitazione.  

Il caso. Il provvedimento del Garante Privacy n. 153 del 24 luglio 2019 tratta l’interessante caso di un soggetto che esercita il diritto all’oblio verso Google invocando la deindicizzazione di url persistenti in rete dal 2010 associate...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.